Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Corso Architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2022/2023
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/17
Anno Primo anno
Unità temporale
Ore aula 60
Attività formativa

Canale unico

Docente FRANCESCA FATTA
Obiettivi Il corso di Tecnologie e Tecniche della Rappresentazione è una disciplina a scelta particolarmente indicata per quegli studenti che intendono approfondire gli aspetti comunicativi della rappresentazione architettonica finalizzata ad ampliare e perfezionare sia le tecniche analogiche che le tecnologie digitali del disegno, nel campo dell’Architettura e del Patrimonio.
Il disegno di architettura applicato alla comunicazione dell’esistente e del progetto viene declinato come linguaggio aperto, sia scientifico che creativo, per sperimentare analisi e sintesi della visione dei manufatti e il loro inserimento nel contesto. Le tecniche analogiche e la tecnologie digitali sono una importante occasione per preparare il futuro architetto sia ad una attività di ricerca nel campo del rilievo digitale e dello storytelling architettonico, sia ad una attività professionale grazie alla collaborazione con una azienda specializzata nel campo della digitalizzazione dei beni culturali.
Obiettivi formativi coerenti con il percorso formativo della classe LM4: saper gestire con competenza e logica i metodi e e tecniche della rappresentazione e del rilievo dell’architettura, saper leggere e interpretare alle diverse scale gli oggetti artistici, architettonici e urbani, capacità di affrontare i temi della comunicazione come forma di interpretazione e riconfigurazione dei contesti.
Obiettivi formativi specifici a cui il corso fa riferimento: una profonda conoscenza dell’analisi del costruito e sistemi di rappresentazione della realtà e del progetto; capacità di cogliere i rapporti tra uomo e creazioni architettoniche e tra creazioni architettoniche e il loro ambiente.
Al fine di conseguire i risultati attesi per il programma del corso e la sperimentazione proposta, l’offerta didattica articolata nelle differenti attività persegue i seguenti

- Obiettivi formativi qualificanti: lettura critica e comunicazione di manufatti architettonici del secondo dopoguerra
- Obiettivi formativi specifici): apprendimento delle tecniche di disegno analogico e digitale
Programma Il tema di anno riguarda la Fiera del Mediterraneo di Palermo 1946 – 1995.
Si tratta di un quartiere realizzato subito dopo il dopoguerra nella periferia nord di Palermo. Un luogo di sperimentazioni architettoniche, artistiche e di apparati comunicativi per il commercio, che ha subito pesanti trasformazioni soprattutto dopo gli anni ’70 del novecento.
Analisi dei progetti realizzati tra gli anni ’40 e gli anni ’80 con riferimenti disciplinari alla cultura del progetto dal dopoguerra ad oggi.
I riferimenti disciplinari e interdisciplinari riguarderanno l’ICAR/17 Disegno per la modellazione delle architetture ricostruite in 3D, la realtà virtuale, mista e immersiva che si realizzerà per le visioni storiche del quartiere, la comunicazione visiva del prodotto e degli allestimenti effimeri.
La disciplina affronterà gli argomenti relativi a: Disegno a mano libera dei luoghi, analisi dei rilievi e dei progetti in 2D e ricostruzione dei modelli 3D.
Definizione dei modelli per realtà aumentata e per stampa 3D
Si propone la sperimentazione di una ricostruzione sia analogica che virtuale del quartiere fieristico per una esposizione permanente presso il Comune di Palermo.
RISULTATI ATTESI
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding): affinare la capacità critica e di attribuzione di valore culturale ai manufatti disegnati attraverso sistemi di lettura e configurazione multipli: tradizionali, innovativi, creativi
Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding): realizzazione di modelli tridimensionali sia digitali che analogici tratti dai progetti originali;
Autonomia di giudizio (making judgements): discernimento sul valore dell’artefatto e delle sue trasformazioni;
Abilità comunicative (communication skills): utilizzo degli strumenti grafici e a stampa per definire valori architettonici e ambientali;
Capacità di apprendere (learning skills): utilizzo degli strumenti del disegno sia analogici che digitali.
Testi docente
Bibliografia di riferimento (max 5 testi):

Per il disegno di architettura:
DI NAPOLI G., (2004). “Disegnare e conoscere. La mano, l’occhio, il segno”, Torino: Einaudi;
SANTUCCIO S., (2021). “Note sul Paesaggio. Esplorazione antologica tra paesaggio e disegno”, Roma: TAB

Per la modellazione tridimensionale:
MIGLIARI, R. (2004) Disegno come modello, Roma: Kappa

Per la realtà aumentata e le esperienze tattili:
LUIGINI A., PANCIROLI C. (a cura di), (2018), Ambienti digitali per l’educazione all’arte e al patrimonio, Milano: Franco Angeli.

Per il tema specifico del corso:
FATTA F. (1995), La fiera del Mediterraneo a Palermo. Un manifesto fra tradizione e innovazione, Palermo: ed. Fiera del mediterraneo.

Saranno fornite dalla docenza le tesi di dottorato di ricerca di Andrea MARRAFFA, Sonia MOLLICA, Claudio PATANÈ, così come la sitografia di riferimento e altro materiale didattico verranno indicati nel corso delle lezioni e dei seminari.
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Francesca Fatta
Giovedì ore 11,00 13,00 previa mail indirizzata a ffatta@unirc.ii
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online non pubblicato

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1697501

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1697181/2

Tel +39 0965.1696182/3

Indirizzo e-mail

Ufficio didattica

Tel +39 0965.1697187/232

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Ufficio Ricerca

Tel +39 0965.1697530

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail

Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1697510

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Orientamento

Indirizzo e-mail

Laboratorio Multimediale

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram