Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

LABORATORIO DI URBANISTICA II

Corso Architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2022/2023

Modulo: PIANIFICAZIONE URBANISTICA

Corso Architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2022/2023
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/21
Anno Quarto anno
Unità temporale
Ore aula 60
Attività formativa Attività formative caratterizzanti

Canale: A-L

Docente ANTONELLA BLANDINA SARLO
Obiettivi Il corso di Pianificazione Urbanistica e quello di Progettazione Urbanistica costituiscono il Laboratorio di Urbanistica 2 che, erogato al IV anno del CdS, contribuisce alla formazione dell’architetto europeo coerentemente con gli obiettivi formativi qualificanti della Classe LM4.
Il Laboratorio di Urbanistica 2 contribuisce al raggiungimento delle conoscenze:
- sugli aspetti teorico-scientifici, metodologici ed operativi dell'urbanistica;
- sugli strumenti finalizzati ad utilizzare tali conoscenze per identificare, formulare e risolvere problemi complessi della città e del territorio.
L’obiettivo formativo qualificante dei corsi e del laboratorio nel suo complesso è l'integrazione e interpretazione delle conoscenze dei fenomeni e delle dinamiche urbane e territoriali finalizzate alla definizione del processo di sintesi progettuale.
Gli obiettivi formativi specifici tendono, considerando che la redazione di piani urbanistici generali comunali, d’area vasta e piani attuativi rientra nella competenza dell’Architetto, a fornire le nozioni di base e le conoscenze specifiche su cui si fonda la progettazione urbanistica. Un’attenzione particolare sarà posta sui temi che strutturano il progetto della città contemporanea e sulle modalità tecniche di progettazione, anche in riferimento alla legislazione nazionale e regionale in materia.
Il Corso fornirà, inoltre, attraverso la sperimentazione progettuale, le conoscenze interpretative dei sistemi urbani, degli strumenti e delle modalità di approccio alla progettazione urbanistica; si soffermerà sui programmi innovativi in ambito urbano e sui rapporti tra cambiamenti della società e assetto spaziale della città.

Programma Il Laboratorio di Urbanistica 2 è costituito dagli insegnamenti di Pianificazione urbanistica e di Progettazione urbanistica; gli insegnamenti previsti nel Laboratorio forniranno agli studenti conoscenze avanzate in materia di lettura e valutazione degli insediamenti territoriali e urbani nell’ottica della sostenibilita ambientale, sociale ed economica e della resilienza degli insediamenti. I programmi dei due corsi sono strettamente coordinati e sono articolati nei seguenti moduli:
Modulo A: La pianificazione urbanistica e paesaggistico-ambientale d’area vasta: norme, strumenti e progetto
Modulo B: La progettazione urbanistica alla scala comunale: il PSC e i progetti d’ambito
Modulo C: I programmi di intervento innovativi per la città e il territorio

Ogni modulo prevede una parte di studio teorico ed una parte di esercitazione nella quale lo studente sarà chiamato a sviluppare un progetto in un contesto territoriale prescelto.
Per ciascun dei moduli verrà fornito un quadro di riferimento teorico sulle principali metodologie, sui progetti e sulle pratiche che regolano la trasformazione degli spazi fisici, di vita e di relazione della città e dei territori contemporanei.

Nel Modulo A) verranno sviluppati i temi della pianificazione di area vasta con particolare riferimento alla complessa strumentazione urbanistica che interessa il territorio (dai Piani Territoriali Paesaggistici ai PTCP, ai Piani per le Aree Metropolitane). In tale modulo verranno approfonditi i concetti fondamentali del progetto territoriale e verranno costruite alcune letture interpretative di scala territoriale propedeutiche all’esercitazione progettuale. In particolare ci si soffermerà sui metodi di analisi e diagnostica del territorio, relativamente agli aspetti normativi, ambientali, economico sociali, funzionali e relazionali.
Nel Modulo B) verrà sviluppato il tema della pianificazione urbanistica generale a scala comunale, con particolare riferimento al Piano Strutturale Comunale; tale modulo fornirà allo studente i concetti fondamentali della pianificazione urbanistica strategica e strutturale e le principali conoscenze metodologiche e legislative necessarie alla formulazione di un piano a scala comunale.
Nel Modulo C) verrà sviluppato il tema dei programmi (europei, nazionali e regionali) che finanziano azioni innovative in ambito urbano.
Il Laboratorio nella sua fase di sperimentazione applicativa fara realizzare un'esperienza di progettazione complessa finalizzata a confrontare le visioni strategiche e programmatiche con quelle progettuali capaci di incidere sulla qualita conformativa dei luoghi. L’esperienza proposta costituira, inoltre l’occasione per un approccio progettuale che possa offrire un seppur minimo contributo alla risoluzione di uno o piu sfide della citta contemporanea, in relazione agli obiettivi dell’Agenda 2030 e dell’Agenda Urbana Europea.
La sperimentazione pratica prevede la verifica della metodologia progettuale per la redazione di un PSC associato finalizzato alla costruzione di un Master Program per la citta della Locride, che si inserisca nella complessa architettura della citta metropolitana di Reggio Calabria. La visione di un assetto policentrico strutturato su tre ‘sistemi urbani portanti’ sembra essere una vision strategica sulla quale sperimentare nuovi percorsi di progettazione urbanistica. Il Laboratorio di Urbanistica 2, cogliendo anche l’opportunità offerta dal DL Infrastrutture del 3 settembre 2021 che prevede l’istituzione di un Fondo per i comuni del Mezzogiorno con popolazione inferiore ai 30.000 abitanti al fine di indire concorsi per acquisire progetti in ambito urbanistico e di innovazione sociale, sperimenterà un percorso di sperimentazione progettuale teso a strutturare la ‘Città della Locride’ anche alla luce delle nuove opportunità offerte dagli strumenti di programmazione (PNRR e Fondi Strutturali).

RISULTATI ATTESI
Alla conclusione del corso lo studente dovrà aver acquisito le conoscenze di natura metodologica, di uso di regole, norme e strumenti utili alla comprensione della città contemporanea, alla costruzione del progetto urbanistico e alla definizione di ipotesi per la sua attuazione.
In particolare i risultati attesi utilizzando i descrittori di Dublino sono:
- Acquisizione di conoscenza e capacità di comprensione ed interpretazione dei sistemi territoriali e urbani per individuarne le strutture, le gerarchie e le relazioni;
- Acquisizione di conoscenza e capacità di comprensione applicate alla pianificazione dello sviluppo urbano e di parti della città (recupero della città esistente, riqualificazione ambientale e funzionale, recupero di ambiti dismessi, ecc);
- Acquisizione di autonomia di giudizio nel gestire le problematiche della complessità della città contemporanea e nel formulare giudizi anche sulla base di informazioni limitate;
- Acquisizione di abilità comunicative nell’illustrazione del progetto e acquisizione di capacità relazionali per controllare l’interlocuzione con stakeholders specialisti e non;
- Acquisizione di quelle capacità di apprendimento e di sperimentazione che consentono di continuare a confrontarsi e con i molteplici temi della progettazione urbanistica.

Testi docente Bibliografia di riferimento (max 5 testi)
Gaeta L, Janin Rivolin U. et Mazza L., Governo del territorio e pianificazione spaziale, Città Studi Edizioni, Milano, 2021
Gabellini P., Le mutazioni dell’urbanistica. Principi, tecniche, competenze, Carocci Editore, 2018
Gasparrini C. e Terracciano A., Dross City. Metabolismo urbano e progetto di riciclo dei drosscape, List Milano, 2017.
Gehl J. (2010), Cities for people, Island Press, Washington
Numeri della Rivista Urbanistica
Normativa
Legislazione urbanistica nazionale
Legge n. 19 del 16 aprile 2002 e s.m.i.
Regione Calabria, Linee Guida della Pianificazione Regionale, 2008
Sitografia di riferimento e altro materiale didattico verranno indicati in itinere, durante lo svolgimento del corso.
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Descrizione Descrizione
PROGRAMMA PIANIF-IT (programma) Descrizione
PROGRAMMA-PIANIF-EN (programma) Descrizione

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Antonella Blandina Sarlo
Il ricevimento studenti e' fissato il mercoledi' alle ore 12.00. Si chiede cortesemente di inviare una mail di prenotazione.
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online non pubblicato

Canale: M-Z

Docente FRANCESCA MORACI
Obiettivi Il corso di Pianificazione Urbanistica e quello di Progettazione Urbanistica costituiscono il Laboratorio di Urbanistica 2 che, erogato al IV anno del CdS, contribuisce alla formazione dell’architetto europeo coerentemente con gli obiettivi formativi qualificanti della Classe LM4.
Il Laboratorio di Urbanistica 2 contribuisce al raggiungimento delle conoscenze:
- sugli aspetti teorico-scientifici, metodologici ed operativi dell'urbanistica;
- sugli strumenti finalizzati ad utilizzare tali conoscenze per identificare, formulare e risolvere problemi complessi della città e del territorio.
L’obiettivo formativo qualificante dei corsi e del laboratorio nel suo complesso è l'integrazione e interpretazione delle conoscenze dei fenomeni e delle dinamiche urbane e territoriali finalizzate alla definizione del processo di sintesi progettuale.
Gli obiettivi formativi specifici tendono, considerando che la redazione di piani urbanistici generali comunali, d’area vasta e piani attuativi rientra nella competenza dell’Architetto, a fornire le nozioni di base e le conoscenze specifiche su cui si fonda la progettazione urbanistica. Un’attenzione particolare sarà posta sui temi che strutturano il progetto della città contemporanea e sulle modalità tecniche di progettazione, anche in riferimento alla legislazione nazionale e regionale in materia.
Il Corso fornirà, inoltre, attraverso la sperimentazione progettuale, le conoscenze interpretative dei sistemi urbani, degli strumenti e delle modalità di approccio alla progettazione urbanistica; si soffermerà sui programmi innovativi in ambito urbano e sui rapporti tra cambiamenti della società e assetto spaziale della città.

Programma Il laboratorio annuale produrra un quadro ricognitivo sulle tematiche, un approfondimento metodologico sulle questioni piu salienti, una lettura di best practices e delle note metodologiche sulla costruzione degli strumenti urbanistici, alla luce delle recenti innovazioni legislative. Il corso di Pianificazione Urbanistica, 6 cfu, si focalizzera sui fondamenti della tecnica e della progettazione urbanistica, la legislazione urbanistica regionale e di settore(es. PAI, regime delle tutele,social housing) , i nuovi programmi negoziati , la rigenerazione urbana e le innovazioni legate all’elaborazione di modalita operative ed attuative. L’obiettivo e di leggere attraverso i piani comunali le risposte progettuali corrispondenti alle esigenze di contesti urbani diversi, tramite l’acquisizione tecnico- metodologica di costruzione del piano urbanistico comunale in varie realta legislative regionali nazionali. Il quadro conoscitivo rafforza l'importanza dell'analisi per la costruzione di una conoscenza condivisa che sia finalizzata alla costruzione dello strumento di pianificazione e ne affianchi l'attuazione in termini di sostenibilità, consumo di suolo, tematiche di contesto. Il corso di Progettazione urbanistica si focalizzera sugli elementi di normativa urbanistica e le istruzioni metodologiche per l’attuazione del piano.
Il riferimento prioritario e al progetto di citta (ivi incluse le strategie e la governance urbana)) attraverso il piano urbanistico comunale e al progetto urbanistico attraverso gli strumenti attuativi ed alla scala congrua del progetto. Il tema centrale e dato dall'approfondimento del ruolo del progetto urbanistico, quale traduzione spaziale in termini operativi delle indicazioni del PSC, e del POT come piano programmatico degli interventi attuativi.
Il laboratorio si struttura in lezioni frontali, seminari, esercitazioni, revisioni collettive e discussioni in aula.
Il progetto potra essere elaborato individualmente o in gruppo (massimo quattro-cinque persone) ed il suo avanzamento sara discusso attraverso revisioni collettive, individuali, verifiche intermedie, workshop e seminari che con regolarita scandiranno l'attivita del Laboratorio. Lo studente dovra svolgere, al di fuori delle ore di didattica frontale, ulteriori approfondimenti inerenti le tematiche oggetto delle lezioni frontali/seminariali e la sperimentazione progettuale che avra come oggetto di studio la predisposizione di alcuni elaborati del Piano Strutturale Comunale (PSC), di un Piano Attuativo Unitario (PAU) o la progettazione di un Ambito Territoriale Unitario (ATU) in riferimento all’implementazione delle linee strategiche stabilite dal Documento Preliminare (DP) del Piano Strutturale Comunale di un comune calabrese assegnato. Al Laboratorio sono attribuiti 12 crediti formativi. Verifiche dirette e continue articolano il corso (quattro esoneri, tre intermedi e uno finale).
Testi docente - Henri Lefebvre, Il diritto alla città, 2014
-Fiale A, Fiale E., Diritto Urbanistico, Ed. Simone, XVI ed .2019.
- Urbani P., L’urbanistica solidale. Alla ricerca della giustizia perequativa tra proprietà e interessi pubblici, Bollati-Boringheri, 2011.
- P.Mezzi, P.Pelizzaro, La città resiliente, Strategie e azioni di resilienza urbana in Italia e nel mondo, Altreconomia, 2017
- Moraci F., Bevilacqua C., Strategie di città. La riorganizzazione dell’offerta dei servizi nei processi di trasformazione, Officina edizioni, 2007.
-Gaeta L, Janin Rivolin U, Mazza L, Governo del territorio e pianificazione spaziale ; terza edizione CittàStudi edizioni, 2021
- Sitografia di riferimento:

- http://www.forumpa.it/ http://www.inu.it/
- http://www.urbanisticainformazioni.it/
- www.asvis.it

- Altro materiale didattico:

- Urbanistica, Urbanistica Dossier, Urbanistica Informazioni vari numeri 2017-2021.
- Legislazione urbanistica nazionale n. 1150/1942
- Legge regionale n. 19 del 16 aprile 2002 e s.m.i., l.44 del 2016
- Regione Calabria, QTR, Assessorato Urbanistica e Governo del Territorio, Regione Calabria, 2008.
- D.lgs. n. 152/2006 e s.m.i., Linee guida VIA
- D.lgs. n.42/2004-Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio.
- Normativa e circolari esplicative saranno fornite durante il corso.

Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Francesca Moraci
gli studenti si ricevono previo appuntamento via mail (fmoraci@unirc.it) il giovedì alle 13.30 presso il Dipartimento DARTE - stanza docente
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online non pubblicato

Modulo: PROGETTAZIONE URBANISTICA

Corso Architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2022/2023
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/21
Anno Quarto anno
Unità temporale
Ore aula 60
Attività formativa Attività formative caratterizzanti

Canale: A-L

Docente ANTONELLA BLANDINA SARLO
Obiettivi Il corso di Pianificazione Urbanistica e quello di Progettazione Urbanistica costituiscono il Laboratorio di Urbanistica 2 che, erogato al IV anno del CdS, contribuisce alla formazione dell’architetto europeo coerentemente con gli obiettivi formativi qualificanti della Classe LM4.
Il Laboratorio di Urbanistica 2 contribuisce al raggiungimento delle conoscenze:
- sugli aspetti teorico-scientifici, metodologici ed operativi dell'urbanistica;
- sugli strumenti finalizzati ad utilizzare tali conoscenze per identificare, formulare e risolvere problemi complessi della città e del territorio.
L’obiettivo formativo qualificante dei corsi e del laboratorio nel suo complesso è l'integrazione e interpretazione delle conoscenze dei fenomeni e delle dinamiche urbane e territoriali finalizzate alla definizione del processo di sintesi progettuale.
Gli obiettivi formativi specifici tendono, considerando che la redazione di piani urbanistici generali comunali, d’area vasta e piani attuativi rientra nella competenza dell’Architetto, a fornire le nozioni di base e le conoscenze specifiche su cui si fonda la progettazione urbanistica. Un’attenzione particolare sarà posta sui temi che strutturano il progetto della città contemporanea e sulle modalità tecniche di progettazione, anche in riferimento alla legislazione nazionale e regionale in materia.
Il Corso fornirà, inoltre, attraverso la sperimentazione progettuale, le conoscenze interpretative dei sistemi urbani, degli strumenti e delle modalità di approccio alla progettazione urbanistica; si soffermerà sui programmi innovativi in ambito urbano e sui rapporti tra cambiamenti della società e assetto spaziale della città.
Programma Il Laboratorio di Urbanistica 2 è costituito dagli insegnamenti di Pianificazione urbanistica e di Progettazione urbanistica; gli insegnamenti previsti nel Laboratorio forniranno agli studenti conoscenze avanzate in materia di lettura e valutazione degli insediamenti territoriali e urbani nell’ottica della sostenibilita ambientale, sociale ed economica e della resilienza degli insediamenti. I programmi dei due corsi sono strettamente coordinati e sono articolati nei seguenti moduli:
Modulo A: La pianificazione urbanistica e paesaggistico-ambientale d’area vasta: norme, strumenti e progetto
Modulo B: La progettazione urbanistica alla scala comunale: il PSC e i progetti d’ambito
Modulo C: I programmi di intervento innovativi per la città e il territorio

Ogni modulo prevede una parte di studio teorico ed una parte di esercitazione nella quale lo studente sarà chiamato a sviluppare un progetto in un contesto territoriale prescelto.
Per ciascun dei moduli verrà fornito un quadro di riferimento teorico sulle principali metodologie, sui progetti e sulle pratiche che regolano la trasformazione degli spazi fisici, di vita e di relazione della città e dei territori contemporanei.

Nel Modulo A) verranno sviluppati i temi della pianificazione di area vasta con particolare riferimento alla complessa strumentazione urbanistica che interessa il territorio (dai Piani Territoriali Paesaggistici ai PTCP, ai Piani per le Aree Metropolitane). In tale modulo verranno approfonditi i concetti fondamentali del progetto territoriale e verranno costruite alcune letture interpretative di scala territoriale propedeutiche all’esercitazione progettuale. In particolare ci si soffermerà sui metodi di analisi e diagnostica del territorio, relativamente agli aspetti normativi, ambientali, economico sociali, funzionali e relazionali.
Nel Modulo B) verrà sviluppato il tema della pianificazione urbanistica generale a scala comunale, con particolare riferimento al Piano Strutturale Comunale; tale modulo fornirà allo studente i concetti fondamentali della pianificazione urbanistica strategica e strutturale e le principali conoscenze metodologiche e legislative necessarie alla formulazione di un piano a scala comunale.
Nel Modulo C) verrà sviluppato il tema dei programmi (europei, nazionali e regionali) che finanziano azioni innovative in ambito urbano.

Il Laboratorio nella sua fase di sperimentazione applicativa fara realizzare un'esperienza di progettazione complessa finalizzata a confrontare le visioni strategiche e programmatiche con quelle progettuali capaci di incidere sulla qualita conformativa dei luoghi. L’esperienza proposta costituira, inoltre l’occasione per un approccio progettuale che possa offrire un seppur minimo contributo alla risoluzione di uno o piu sfide della citta contemporanea, in relazione agli obiettivi dell’Agenda 2030 e dell’Agenda Urbana Europea.
La sperimentazione pratica prevede la verifica della metodologia progettuale per la redazione di un PSC associato finalizzato alla costruzione di un Master Program per la citta della Locride, che si inserisca nella complessa architettura della citta metropolitana di Reggio Calabria. La visione di un assetto policentrico strutturato su tre ‘sistemi urbani portanti’ sembra essere una vision strategica sulla quale sperimentare nuovi percorsi di progettazione urbanistica. Il Laboratorio di Urbanistica 2, cogliendo anche l’opportunità offerta dal DL Infrastrutture del 3 settembre 2021 che prevede l’istituzione di un Fondo per i comuni del Mezzogiorno con popolazione inferiore ai 30.000 abitanti al fine di indire concorsi per acquisire progetti in ambito urbanistico e di innovazione sociale, sperimenterà un percorso di sperimentazione progettuale teso a strutturare la ‘Città della Locride’ anche alla luce delle nuove opportunità offerte dagli strumenti di programmazione (PNRR e Fondi Strutturali).

RISULTATI ATTESI
Alla conclusione del corso lo studente dovrà aver acquisito le conoscenze di natura metodologica, di uso di regole, norme e strumenti utili alla comprensione della città contemporanea, alla costruzione del progetto urbanistico e alla definizione di ipotesi per la sua attuazione.
In particolare i risultati attesi utilizzando i descrittori di Dublino sono:
- Acquisizione di conoscenza e capacità di comprensione ed interpretazione dei sistemi territoriali e urbani per individuarne le strutture, le gerarchie e le relazioni;
- Acquisizione di conoscenza e capacità di comprensione applicate alla pianificazione dello sviluppo urbano e di parti della città (recupero della città esistente, riqualificazione ambientale e funzionale, recupero di ambiti dismessi, ecc);
- Acquisizione di autonomia di giudizio nel gestire le problematiche della complessità della città contemporanea e nel formulare giudizi anche sulla base di informazioni limitate;
- Acquisizione di abilità comunicative nell’illustrazione del progetto e acquisizione di capacità relazionali per controllare l’interlocuzione con stakeholders specialisti e non;
- Acquisizione di quelle capacità di apprendimento e di sperimentazione che consentono di continuare a confrontarsi e con i molteplici temi della progettazione urbanistica.
Testi docente Bibliografia di riferimento (max 5 testi)
Gaeta L, Janin Rivolin U. et Mazza L., Governo del territorio e pianificazione spaziale, Città Studi Edizioni, Milano, 2021
Gabellini P., Le mutazioni dell’urbanistica. Principi, tecniche, competenze, Carocci Editore, 2018
Gasparrini C. e Terracciano A., Dross City. Metabolismo urbano e progetto di riciclo dei drosscape, List Milano, 2017.
Gehl J. (2010), Cities for people, Island Press, Washington
Numeri della Rivista Urbanistica
Normativa
Legislazione urbanistica nazionale
Legge n. 19 del 16 aprile 2002 e s.m.i.
Regione Calabria, Linee Guida della Pianificazione Regionale, 2008
Sitografia di riferimento e altro materiale didattico verranno indicati in itinere, durante lo svolgimento del corso.

Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Descrizione Descrizione
PROGRAMMA PROG-EN (programma) Descrizione
PROGRAMMA PROG-IT (programma) Descrizione

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Antonella Blandina Sarlo
Il ricevimento studenti e' fissato il mercoledi' alle ore 12.00. Si chiede cortesemente di inviare una mail di prenotazione.
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online non pubblicato

Canale: M-Z

Docente FRANCESCA MORACI
Obiettivi Il corso di Pianificazione Urbanistica e quello di Progettazione Urbanistica costituiscono il Laboratorio di Urbanistica 2 che, erogato al IV anno del CdS, contribuisce alla formazione dell’architetto europeo coerentemente con gli obiettivi formativi qualificanti della Classe LM4.
Il Laboratorio di Urbanistica 2 contribuisce al raggiungimento delle conoscenze:
- sugli aspetti teorico-scientifici, metodologici ed operativi dell'urbanistica;
- sugli strumenti finalizzati ad utilizzare tali conoscenze per identificare, formulare e risolvere problemi complessi della città e del territorio.
L’obiettivo formativo qualificante dei corsi e del laboratorio nel suo complesso è l'integrazione e interpretazione delle conoscenze dei fenomeni e delle dinamiche urbane e territoriali finalizzate alla definizione del processo di sintesi progettuale.
Gli obiettivi formativi specifici tendono, considerando che la redazione di piani urbanistici generali comunali, d’area vasta e piani attuativi rientra nella competenza dell’Architetto, a fornire le nozioni di base e le conoscenze specifiche su cui si fonda la progettazione urbanistica. Un’attenzione particolare sarà posta sui temi che strutturano il progetto della città contemporanea e sulle modalità tecniche di progettazione, anche in riferimento alla legislazione nazionale e regionale in materia.
Il Corso fornirà, inoltre, attraverso la sperimentazione progettuale, le conoscenze interpretative dei sistemi urbani, degli strumenti e delle modalità di approccio alla progettazione urbanistica; si soffermerà sui programmi innovativi in ambito urbano e sui rapporti tra cambiamenti della società e assetto spaziale della città.
Programma Il laboratorio annuale produrra un quadro ricognitivo sulle tematiche, un approfondimento metodologico sulle questioni piu salienti, una lettura di best practices e delle note metodologiche sulla costruzione degli strumenti urbanistici, alla luce delle recenti innovazioni legislative. Il corso di Pianificazione Urbanistica, 6 cfu, si focalizzera sui fondamenti della tecnica e della progettazione urbanistica, la legislazione urbanistica regionale e di settore(es. PAI, regime delle tutele,social housing) , i nuovi programmi negoziati , la rigenerazione urbana e le innovazioni legate all’elaborazione di modalita operative ed attuative. L’obiettivo e di leggere attraverso i piani comunali le risposte progettuali corrispondenti alle esigenze di contesti urbani diversi, tramite l’acquisizione tecnico- metodologica di costruzione del piano urbanistico comunale in varie realta legislative regionali nazionali. Il quadro conoscitivo rafforza l'importanza dell'analisi per la costruzione di una conoscenza condivisa che sia finalizzata alla costruzione dello strumento di pianificazione e ne affianchi l'attuazione in termini di sostenibilità, consumo di suolo, tematiche di contesto. Il corso di Progettazione urbanistica si focalizzera sugli elementi di normativa urbanistica e le istruzioni metodologiche per l’attuazione del piano.
Il riferimento prioritario e al progetto di citta (ivi incluse le strategie e la governance urbana)) attraverso il piano urbanistico comunale e al progetto urbanistico attraverso gli strumenti attuativi ed alla scala congrua del progetto. Il tema centrale e dato dall'approfondimento del ruolo del progetto urbanistico, quale traduzione spaziale in termini operativi delle indicazioni del PSC, e del POT come piano programmatico degli interventi attuativi.
Il laboratorio si struttura in lezioni frontali, seminari, esercitazioni, revisioni collettive e discussioni in aula.
Il progetto potra essere elaborato individualmente o in gruppo (massimo quattro-cinque persone) ed il suo avanzamento sara discusso attraverso revisioni collettive, individuali, verifiche intermedie, workshop e seminari che con regolarita scandiranno l'attivita del Laboratorio. Lo studente dovra svolgere, al di fuori delle ore di didattica frontale, ulteriori approfondimenti inerenti le tematiche oggetto delle lezioni frontali/seminariali e la sperimentazione progettuale che avra come oggetto di studio la predisposizione di alcuni elaborati del Piano Strutturale Comunale (PSC), di un Piano Attuativo Unitario (PAU) o la progettazione di un Ambito Territoriale Unitario (ATU) in riferimento all’implementazione delle linee strategiche stabilite dal Documento Preliminare (DP) del Piano Strutturale Comunale di un comune calabrese assegnato. Al Laboratorio sono attribuiti 12 crediti formativi. Verifiche dirette e continue articolano il corso (quattro esoneri, tre intermedi e uno finale).
Testi docente - Henri Lefebvre, Il diritto alla città, 2014
-Fiale A, Fiale E., Diritto Urbanistico, Ed. Simone, XVI ed .2019.
- Urbani P., L’urbanistica solidale. Alla ricerca della giustizia perequativa tra proprietà e interessi pubblici, Bollati-Boringheri, 2011.
- P.Mezzi, P.Pelizzaro, La città resiliente, Strategie e azioni di resilienza urbana in Italia e nel mondo, Altreconomia, 2017
- Moraci F., Bevilacqua C., Strategie di città. La riorganizzazione dell’offerta dei servizi nei processi di trasformazione, Officina edizioni, 2007.
-Gaeta L, Janin Rivolin U, Mazza L, Governo del territorio e pianificazione spaziale ; terza edizione CittàStudi edizioni, 2021

- Sitografia di riferimento:

- http://www.forumpa.it/ http://www.inu.it/
- http://www.urbanisticainformazioni.it/
- www.asvis.it

- Altro materiale didattico:

- Urbanistica, Urbanistica Dossier, Urbanistica Informazioni vari numeri 2017-2021.
- Legislazione urbanistica nazionale n. 1150/1942
- Legge regionale n. 19 del 16 aprile 2002 e s.m.i., l.44 del 2016
- Regione Calabria, QTR, Assessorato Urbanistica e Governo del Territorio, Regione Calabria, 2008.
- D.lgs. n. 152/2006 e s.m.i., Linee guida VIA
- D.lgs. n.42/2004-Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio.
- Normativa e circolari esplicative saranno fornite durante il corso.
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Francesca Moraci
gli studenti si ricevono previo appuntamento via mail (fmoraci@unirc.it) il giovedì alle 13.30 presso il Dipartimento DARTE - stanza docente
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online non pubblicato

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1697501

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1697181/2

Tel +39 0965.1696182/3

Indirizzo e-mail

Ufficio didattica

Tel +39 0965.1697187/232

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Ufficio Ricerca

Tel +39 0965.1697530

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail

Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1697510

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Orientamento

Indirizzo e-mail

Laboratorio Multimediale

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram