Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ESECUTIVA

Corso Architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2019/2020

Modulo: PROGETTAZIONE ESECUTIVA

Corso Architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2019/2020
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/12
Anno Quarto anno
Unità temporale
Ore aula 60
Attività formativa Attività formative caratterizzanti

Canale: A-F

Docente GIUSEPPA MARIA CONCETTA FOTI
Obiettivi Il corso di Progettazione esecutiva (6 CFU) avrà compito di coordinamento dell’intero laboratorio e porrà quale campo d'interesse quello della progettazione esecutiva con la consapevolezza che le attività costruttive coinvolgono in modo, a volte determinante, la vita dell'uomo, le risorse e l'ambiente; guardando alla costruzione nel suo complesso e alle sue singole parti organizzate, con un approccio esigenziale-prestazionale. Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione, di cui si parla da tempo con giustificata preoccupazione, tra momento ideativo e momento realizzativo.
Sono obiettivi specifici del laboratorio (progettazione esecutiva) l’integrazione ed il dialogo tra tecniche della figurazione, della sperimentazione e dell’innovazione tecnologica poste in relazione alla capacità di concepire, progettare e restituire graficamente gli elementi costruttivi fondamentali e i loro assemblaggi.
Programma N.D.
Testi docente N.D.
Erogazione tradizionale No
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale No
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Descrizione Descrizione
consegna II (esercitazioni) Descrizione
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online pubblicato. Per visualizzarlo, autenticarsi in area riservata.

Canale: G-N

Docente MASSIMO LAURIA
Obiettivi Il corso di Progettazione esecutiva (6 CFU) avrà compito di coordinamento dell’intero laboratorio e porrà quale campo d'interesse quello della progettazione esecutiva con la consapevolezza che le attività costruttive coinvolgono in modo, a volte determinante, la vita dell'uomo, le risorse e l'ambiente; guardando alla costruzione nel suo complesso e alle sue singole parti organizzate, con un approccio esigenziale-prestazionale. Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione, di cui si parla da tempo con giustificata preoccupazione, tra momento ideativo e momento realizzativo.
Sono obiettivi specifici del laboratorio (progettazione esecutiva) l’integrazione ed il dialogo tra tecniche della figurazione, della sperimentazione e dell’innovazione tecnologica poste in relazione alla capacità di concepire, progettare e restituire graficamente gli elementi costruttivi fondamentali e i loro assemblaggi.
Programma Nella logica di un’esperienza fortemente interdisciplinare, che affronti una tematica in cui, il rapporto tra tecnologia, tecnica e parti costituenti (componenti) sia finalizzato alla definizione di un progetto che giunga ad una buona sintesi di carattere formale, costruttiva e funzionale, il Laboratorio proporrà un tema di esercitazione di media complessità, credibile e con un programma funzionale chiaramente definito.
In tale contesto si introdurranno attraverso lezioni teoriche e la partecipazione diretta al laboratorio (fase dell’esercitazione in aula) quelle regole specifiche in base alle quali poter redigere gli elaborati esecutivi di progetto evidenziando il ruolo che lo stesso progetto (quello esecutivo e quello cantierabile) è chiamato a svolgere.
Tale simulazione si esprimerà attraverso elaborati grafici e testi che, insieme, costituiranno la base oggettiva (riferita cioè all’oggetto) dell’accordo contrattuale tra impresa e committente.
Utili e chiarificatrici in tal senso le seguenti locuzioni:
- La rappresentazione dell’oggetto da realizzare è affidata ai disegni.
- La descrizione delle opere è espressa nei capitolati.
- La definizione dell’impegno delle risorse economiche necessarie alla costruzione è, infine, basato sulla quantificazione dei lavori (computi metrici) e sulla definizione dei costi (estimativi ed elenchi prezzi unitari).
In questo contesto, le singole discipline, oltre a fornire autonomamente le conoscenze di base ed i supporti teorico-applicativi, accompagneranno l’esercitazione progettuale lungo l’intero percorso; dalla fase iniziale di ideazione preliminare a quella conclusiva delle simulazioni esecutive.

Testi docente Lauria M, La reversibilità del costruire: esperimenti di progettazione esecutiva, in "Agathón" n. 3, 2018, pp. 63-70, Palermo
Mutti A., Il progetto cantierabile. Sistema di informazioni nella progettazione esecutiva, Kappa, Roma, 1999
Sinopoli N., La tecnologia invisibile. Il processo di produzione dell'architettura e le sue regie, F. Angeli, Milano, 2004
Mangiarotti A., Paoletti I., Dall'idea al cantiere. Progettare, produrre e costruire forme complesse, Hoepli, Milano, 2008
Raiteri R., Progettare progettisti, Quodlibet, Macerata, 2014
Giachetta A., Novi F., Raiteri, La costruzione dell'idea, il pensiero della materia. Riflessioni sul progetto di architettura, F. Angeli, Milano, 2019
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Massimo Lauria
Il mercoledì pomeriggio a margine delle ore di lezione.
Si invitano gli studenti ad anticipare via mail la richiesta di ricevimento per conferma di data e orario.
Ricevimenti di: Massimo Lauria
Il ricevimento avverrà solo in modalità da remoto, utilizzando la piattaforma Microsoft Teams, a partire da giorno 20 novembre |ore 15,30 - 17,30| e con cadenza quindicinale, previa richiesta obbligatoria via mail inviata preventivamente all'indirizzo istituzionale mlauria@unirc.it.
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online non pubblicato

Canale: M-Z

Docente CORRADO TROMBETTA
Obiettivi Il corso di Progettazione esecutiva (6 CFU) avrà compito di coordinamento dell’intero laboratorio e porrà quale campo d'interesse quello della progettazione esecutiva con la consapevolezza che le attività costruttive coinvolgono in modo, a volte determinante, la vita dell'uomo, le risorse e l'ambiente; guardando alla costruzione nel suo complesso e alle sue singole parti organizzate, con un approccio esigenziale-prestazionale. Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione, di cui si parla da tempo con giustificata preoccupazione, tra momento ideativo e momento realizzativo.
Sono obiettivi specifici del laboratorio (progettazione esecutiva) l’integrazione ed il dialogo tra tecniche della figurazione, della sperimentazione e dell’innovazione tecnologica poste in relazione alla capacità di concepire, progettare e restituire graficamente gli elementi costruttivi fondamentali e i loro assemblaggi.
Programma Contenuti programmatici generali del Laboratorio
Il Corso di Laurea in Architettura - U.E. prevede che al terzo anno si sviluppino delle sperienze sostanzialmente applicative, tra cui una dedicata alla progettazione esecutiva.
Come per gli altri Laboratori, si tratta di un laboratorio coordinato che si avvale dei contributi di tre discipline:
• Progettazione esecutiva
• Fisica tecnica ed impianti
• Estimo ed esercizio professionale

Lo scopo del Corso di Progettazione Esecutiva è suscitare nello studente la consapevolezza che le attività costruttive coinvolgono in modo determinante la vita dell'uomo, le risorse e l'ambiente, per meglio comprendere la costruzione edile, nel suo complesso e nelle sue singole parti organizzate, attraverso un approccio esigenziale-prestazionale.
Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione, di cui si parla da tempo con giustificata preoccupazione, tra momento ideativo e momento realizzativo.
Per tale motivo accanto al quadro conoscitivo completo sulla normativa nazionale riguardo la Progettazione Esecutiva, e gli strumenti operativi di riferimento per il controllo di qualità, si attuerà una sperimentazione applicativa per maturare una capacità tecnica, ma anche critica, rispetto ai diversi livelli di congruenza ai quali il progetto di architettura deve fornire risposta.
Sono pertanto previsti due momenti formativi, relativi l’uno all’apprendimento teorico di base, e l’altro più operativo, di applicazione pratica dei concetti esposti ex cathedra.

Cosa deve essere
Un'esperienza costruita sul rifiuto di una concezione autonoma e separata del progetto; utile alla comprensione dei “processi edilizi” e di come il sapere tecnologico intervenga nel processo di progettazione.
Più in particolare, vuole essere un'esperienza di progettazione esecutiva, adeguata ad un’attività di laboratorio, che affronti gli approfondimenti del progetto esecutivo in un momento in cui il processo progettuale è sempre più caratterizzato dalla interdisciplinarietà delle competenze (architettoniche, strutturali, impiantistiche, economiche, ecc.).

Obiettivi
Fornire allo studente gli strumenti conoscitivi di base per impostare un approccio corretto con la fase esecutiva/operativa della progettazione, in relazione alla cantierabilità dell’opera ed alla sua successiva gestione.
Acquisire, inoltre, la conoscenza dei rapporti che nella costruzione dell'architettura si instaurano tra forma e contenuti, tra l'uso dei materiali e le loro prestazioni; in modo da maturare la capacità di concepire, progettare e restituire graficamente gli elementi costruttivi fondamentali e i loro assemblaggi, controllando il ruolo che materiali e procedimenti svolgono nel progetto, nella realizzazione e nel processo di programmazione-progettazione produzione-uso di un manufatto.
Più in generale è dunque obiettivo del corso la definizione dei criteri per la comunicazione del progetto tecnologico esecutivo
Testi docente Dispense e materiale didattico prodotto dal docente
Erogazione tradizionale No
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale No
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere
Prova pratica

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Corrado Trombetta
LUNEDI dalle ore 9,00 alle ore 10,30
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online pubblicato. Per visualizzarlo, autenticarsi in area riservata.

Modulo: MORFOLOGIA DEI COMPONENTI

Corso Architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2019/2020
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/13
Anno Quarto anno
Unità temporale
Ore aula 60
Attività formativa Attività formative affini ed integrative

Canale: A-F

Docente GIUSEPPA MARIA CONCETTA FOTI
Obiettivi Nell’ambito delle attività del secondo ciclo (3° e 4° anno) del corso di studi in Architettura, il laboratorio di Progettazione Esecutiva è orientato, in una rinnovata visione delle trasformazioni dell’ambiente, alla formazione e alla sperimentazione di sintesi applicative di saperi finalizzati all’apprendimento delle conoscenze caratterizzanti “il mestiere” dell’architetto” relativamente alla costruzione dell'architettura.
Più in particolare, il Laboratorio si pone l’obiettivo di fornire allo studente strumenti conoscitivi e metodologici per un maggiore controllo dell’attività progettuale, intesa come conoscenza dei rapporti che si instaurano tra materiali e procedimenti all’interno del più generale processo di programmazione, progettazione, produzione, uso di un manufatto. La caratteristica è proprio quella di collocarsi come cerniera essenziale nella struttura del processo edilizio, dove il campo decisionale della progettazione architettonica si organizza e si struttura in un sistema di informazioni finalizzate all’esecuzione dell’idea di architettura e si confronta con la fattibilità reale di ogni idea assumendo, quindi, un ruolo di tramite tra progetto e realtà.
Il corso di Progettazione esecutiva (6 CFU) avrà compito di coordinamento dell’intero laboratorio e porrà quale campo d'interesse quello della progettazione esecutiva con la consapevolezza che le attività costruttive coinvolgono in modo, a volte determinante, la vita dell'uomo, le risorse e l'ambiente; guardando alla costruzione nel suo complesso e alle sue singole parti organizzate, con un approccio esigenziale-prestazionale. Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione, di cui si parla da tempo con giustificata preoccupazione, tra momento ideativo e momento realizzativo.
Più in generale, al termine dell’esperienza formativa del laboratorio di progettazione esecutiva, lo studente dovrà conoscere approfonditamente gli aspetti funzionali, prestazionali, materiali, tecnico-costruttivi, normativi, gestionali ed ambientali connessi all’attuazione dei processi realizzativi in architettura.
Dovrà, inoltre, sapere utilizzare le competenze acquisite per verificare la fattibilità del progetto, le operazioni di costruzione delle opere, di trasformazione dell'ambiente fisico artefatto/naturale, anche in un contesto di innovazione; mostrando capacità di integrare le varie conoscenze, gestire la complessità dei problemi e riflettere, più in generale, sulle responsabilità etiche della professione dell'architetto.

Programma N.D.
Testi docente N.D.
Erogazione tradizionale No
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale No
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online pubblicato. Per visualizzarlo, autenticarsi in area riservata.

Canale: G-N

Docente MASSIMO LAURIA
Obiettivi Nell’ambito delle attività del secondo ciclo (3° e 4° anno) del corso di studi in Architettura, il laboratorio di Progettazione Esecutiva è orientato, in una rinnovata visione delle trasformazioni dell’ambiente, alla formazione e alla sperimentazione di sintesi applicative di saperi finalizzati all’apprendimento delle conoscenze caratterizzanti “il mestiere” dell’architetto” relativamente alla costruzione dell'architettura.
Più in particolare, il Laboratorio si pone l’obiettivo di fornire allo studente strumenti conoscitivi e metodologici per un maggiore controllo dell’attività progettuale, intesa come conoscenza dei rapporti che si instaurano tra materiali e procedimenti all’interno del più generale processo di programmazione, progettazione, produzione, uso di un manufatto. La caratteristica è proprio quella di collocarsi come cerniera essenziale nella struttura del processo edilizio, dove il campo decisionale della progettazione architettonica si organizza e si struttura in un sistema di informazioni finalizzate all’esecuzione dell’idea di architettura e si confronta con la fattibilità reale di ogni idea assumendo, quindi, un ruolo di tramite tra progetto e realtà.
Il corso di Progettazione esecutiva (6 CFU) avrà compito di coordinamento dell’intero laboratorio e porrà quale campo d'interesse quello della progettazione esecutiva con la consapevolezza che le attività costruttive coinvolgono in modo, a volte determinante, la vita dell'uomo, le risorse e l'ambiente; guardando alla costruzione nel suo complesso e alle sue singole parti organizzate, con un approccio esigenziale-prestazionale. Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione, di cui si parla da tempo con giustificata preoccupazione, tra momento ideativo e momento realizzativo.
Più in generale, al termine dell’esperienza formativa del laboratorio di progettazione esecutiva, lo studente dovrà conoscere approfonditamente gli aspetti funzionali, prestazionali, materiali, tecnico-costruttivi, normativi, gestionali ed ambientali connessi all’attuazione dei processi realizzativi in architettura.
Dovrà, inoltre, sapere utilizzare le competenze acquisite per verificare la fattibilità del progetto, le operazioni di costruzione delle opere, di trasformazione dell'ambiente fisico artefatto/naturale, anche in un contesto di innovazione; mostrando capacità di integrare le varie conoscenze, gestire la complessità dei problemi e riflettere, più in generale, sulle responsabilità etiche della professione dell'architetto.

Programma Nella logica di un’esperienza fortemente interdisciplinare, che affronti una tematica in cui, il rapporto tra tecnologia, tecnica e parti costituenti (componenti) sia finalizzato alla definizione di un progetto che giunga ad una buona sintesi di carattere formale, costruttiva e funzionale, il Laboratorio proporrà un tema di esercitazione di media complessità, credibile e con un programma funzionale chiaramente definito.
In tale contesto si introdurranno attraverso lezioni teoriche e la partecipazione diretta al laboratorio (fase dell’esercitazione in aula) quelle regole specifiche in base alle quali poter redigere gli elaborati esecutivi di progetto evidenziando il ruolo che lo stesso progetto (quello esecutivo e quello cantierabile) è chiamato a svolgere.
Tale simulazione si esprimerà attraverso elaborati grafici e testi che, insieme, costituiranno la base oggettiva (riferita cioè all’oggetto) dell’accordo contrattuale tra impresa e committente.
Utili e chiarificatrici in tal senso le seguenti locuzioni:
- La rappresentazione dell’oggetto da realizzare è affidata ai disegni.
- La descrizione delle opere è espressa nei capitolati.
- La definizione dell’impegno delle risorse economiche necessarie alla costruzione è, infine, basato sulla quantificazione dei lavori (computi metrici) e sulla definizione dei costi (estimativi ed elenchi prezzi unitari).
In questo contesto, le singole discipline, oltre a fornire autonomamente le conoscenze di base ed i supporti teorico-applicativi, accompagneranno l’esercitazione progettuale lungo l’intero percorso; dalla fase iniziale di ideazione preliminare a quella conclusiva delle simulazioni esecutive.
Testi docente Lauria M, La reversibilità del costruire: esperimenti di progettazione esecutiva, in "Agathón" n. 3, 2018, pp. 63-70, Palermo
Mutti A., Il progetto cantierabile. Sistema di informazioni nella progettazione esecutiva, Kappa, Roma, 1999
Sinopoli N., La tecnologia invisibile. Il processo di produzione dell'architettura e le sue regie, F. Angeli, Milano, 2004
Mangiarotti A., Paoletti I., Dall'idea al cantiere. Progettare, produrre e costruire forme complesse, Hoepli, Milano, 2008
Raiteri R., Progettare progettisti, Quodlibet, Macerata, 2014
Giachetta A., Novi F., Raiteri, La costruzione dell'idea, il pensiero della materia. Riflessioni sul progetto di architettura, F. Angeli, Milano, 2019
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Massimo Lauria
Il mercoledì pomeriggio a margine delle ore di lezione.
Si invitano gli studenti ad anticipare via mail la richiesta di ricevimento per conferma di data e orario.
Ricevimenti di: Massimo Lauria
Il ricevimento avverrà solo in modalità da remoto, utilizzando la piattaforma Microsoft Teams, a partire da giorno 20 novembre |ore 15,30 - 17,30| e con cadenza quindicinale, previa richiesta obbligatoria via mail inviata preventivamente all'indirizzo istituzionale mlauria@unirc.it.
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online non pubblicato

Canale: M-Z

Docente CORRADO TROMBETTA
Obiettivi Nell’ambito delle attività del secondo ciclo (3° e 4° anno) del corso di studi in Architettura, il laboratorio di Progettazione Esecutiva è orientato, in una rinnovata visione delle trasformazioni dell’ambiente, alla formazione e alla sperimentazione di sintesi applicative di saperi finalizzati all’apprendimento delle conoscenze caratterizzanti “il mestiere” dell’architetto” relativamente alla costruzione dell'architettura.
Più in particolare, il Laboratorio si pone l’obiettivo di fornire allo studente strumenti conoscitivi e metodologici per un maggiore controllo dell’attività progettuale, intesa come conoscenza dei rapporti che si instaurano tra materiali e procedimenti all’interno del più generale processo di programmazione, progettazione, produzione, uso di un manufatto. La caratteristica è proprio quella di collocarsi come cerniera essenziale nella struttura del processo edilizio, dove il campo decisionale della progettazione architettonica si organizza e si struttura in un sistema di informazioni finalizzate all’esecuzione dell’idea di architettura e si confronta con la fattibilità reale di ogni idea assumendo, quindi, un ruolo di tramite tra progetto e realtà.
Il corso di Progettazione esecutiva (6 CFU) avrà compito di coordinamento dell’intero laboratorio e porrà quale campo d'interesse quello della progettazione esecutiva con la consapevolezza che le attività costruttive coinvolgono in modo, a volte determinante, la vita dell'uomo, le risorse e l'ambiente; guardando alla costruzione nel suo complesso e alle sue singole parti organizzate, con un approccio esigenziale-prestazionale. Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione, di cui si parla da tempo con giustificata preoccupazione, tra momento ideativo e momento realizzativo.
Più in generale, al termine dell’esperienza formativa del laboratorio di progettazione esecutiva, lo studente dovrà conoscere approfonditamente gli aspetti funzionali, prestazionali, materiali, tecnico-costruttivi, normativi, gestionali ed ambientali connessi all’attuazione dei processi realizzativi in architettura.
Dovrà, inoltre, sapere utilizzare le competenze acquisite per verificare la fattibilità del progetto, le operazioni di costruzione delle opere, di trasformazione dell'ambiente fisico artefatto/naturale, anche in un contesto di innovazione; mostrando capacità di integrare le varie conoscenze, gestire la complessità dei problemi e riflettere, più in generale, sulle responsabilità etiche della professione dell'architetto.

Programma Contenuti programmatici generali del Laboratorio
Il Corso di Laurea in Architettura - U.E. prevede che al terzo anno si sviluppino delle sperienze sostanzialmente applicative, tra cui una dedicata alla progettazione esecutiva.
Come per gli altri Laboratori, si tratta di un laboratorio coordinato che si avvale dei contributi di tre discipline:
• Morfologia dei componenti
• Tecnologia dell'Architettura

Lo scopo del Corso di Progettazione Esecutiva è suscitare nello studente la consapevolezza che le attività costruttive coinvolgono in modo determinante la vita dell'uomo, le risorse e l'ambiente, per meglio comprendere la costruzione edile, nel suo complesso e nelle sue singole parti organizzate, attraverso un approccio esigenziale-prestazionale.
Obiettivo più generale è di contribuire alla formazione di una nuova cultura delle costruzioni, che sia capace di ricucire la separazione, di cui si parla da tempo con giustificata preoccupazione, tra momento ideativo e momento realizzativo.
Per tale motivo accanto al quadro conoscitivo completo sulla normativa nazionale riguardo la Progettazione Esecutiva, e gli strumenti operativi di riferimento per il controllo di qualità, si attuerà una sperimentazione applicativa per maturare una capacità tecnica, ma anche critica, rispetto ai diversi livelli di congruenza ai quali il progetto di architettura deve fornire risposta.
Sono pertanto previsti due momenti formativi, relativi l’uno all’apprendimento teorico di base, e l’altro più operativo, di applicazione pratica dei concetti esposti ex cathedra.

Cosa deve essere
Un'esperienza costruita sul rifiuto di una concezione autonoma e separata del progetto; utile alla comprensione dei “processi edilizi” e di come il sapere tecnologico intervenga nel processo di progettazione.
Più in particolare, vuole essere un'esperienza di progettazione esecutiva, adeguata ad un’attività di laboratorio, che affronti gli approfondimenti del progetto esecutivo in un momento in cui il processo progettuale è sempre più caratterizzato dalla interdisciplinarietà delle competenze (architettoniche, strutturali, impiantistiche, economiche, ecc.).

Obiettivi
Fornire allo studente gli strumenti conoscitivi di base per impostare un approccio corretto con la fase esecutiva/operativa della progettazione, in relazione alla cantierabilità dell’opera ed alla sua successiva gestione.
Acquisire, inoltre, la conoscenza dei rapporti che nella costruzione dell'architettura si instaurano tra forma e contenuti, tra l'uso dei materiali e le loro prestazioni; in modo da maturare la capacità di concepire, progettare e restituire graficamente gli elementi costruttivi fondamentali e i loro assemblaggi, controllando il ruolo che materiali e procedimenti svolgono nel progetto, nella realizzazione e nel processo di programmazione-progettazione produzione-uso di un manufatto.
Più in generale è dunque obiettivo del corso la definizione dei criteri per la comunicazione del progetto tecnologico esecutivo.
Testi docente Dispense e materiale didattico prodotto dal docente
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale No
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere
Prova pratica

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Corrado Trombetta
LUNEDI dalle ore 9,00 alle ore 10,30
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online pubblicato. Per visualizzarlo, autenticarsi in area riservata.

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1697501

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1697181/2

Tel +39 0965.1696182/3

Indirizzo e-mail

Ufficio didattica

Tel +39 0965.1697187/232

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Ufficio Ricerca

Tel +39 0965.1697530

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail

Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1697510

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Orientamento

Indirizzo e-mail

Laboratorio Multimediale

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram