Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di pi o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilit vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

FONDAMENTI DI URBANISTICA

Corso Scienze dell'architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2018/2019
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/21
Anno Primo anno
Unit temporale
Ore aula 60
Attivit formativa Attivit formative caratterizzanti

Canale unico

Docente DOMENICO PASSARELLI
Obiettivi Il Corso di Fondamenti di Urbanistica rappresenta un momento di maturazione e di crescita nel percorso formativo in cui agli studenti sono state gi fornite le nozioni basi che caratterizzano la disciplina.
Oggetto del Corso saranno i temi critici, e pi dibattuti, della pianificazione urbanistica e territoriale ed i legami con quella ambientale.

Conoscenza e capacit di comprensione
Lo studente acquisir specifiche conoscenze teoriche, metodologiche e operative nel campo dellurbanistica e pianificazione territoriale e sar in grado di comprendere la matrice culturale della citt e le diverse interrelazioni che in essa intercorrono.
Capacit di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente acquisir la capacit di applicare le conoscenze teoriche e metodologiche acquisite in ambito scientifico e professionale e di comprendere la correlazione esistente tra fasi analitiche, strumenti urbanistici.
Autonomia di giudizio
Lo studente acquisir la capacit di individuare, raccogliere e interpretare i dati di tipo sintetico e/o analitico, derivanti dalla indagine diretta sul territorio, delle fonti istituzionali e quelli derivanti dagli strumenti della pianificazione, necessari per formulare giudizi sugli effetti derivanti dalla realizzazione del progetto.
Abilit comunicative
Lo studente acquisir la capacit di:
- organizzare in elaborati i risultati delle letture ed interpretazioni dei fenomeni urbani e territoriali;
- operare a livello professionale in gruppi di studio;
- presentare pubblicamente gli esiti ottenuti;
- individuare problemi e soluzioni a possibili interlocutori.
Capacit dapprendimento
Alla fine del corso lo studente sar in grado di leggere i fenomeni urbani e territoriali e le dinamiche in atto; interpretare criticamente le condizioni in cui si trova il territorio al momento della sperimentazione; comprendere gli orientamenti normativi della legislazione urbanistica; elaborare una idea metaprogettuale sulla base della conoscenza sistematica acquisita.

Programma Il corso intende offrire una metodologia per la lettura critica e la comprensione delle diverse componenti del sistema urbano e territoriale, fornire gli strumenti per l’interpretazione dei complessi fenomeni territoriali e della città, con riferimento all’evoluzione disciplinare.
L’obiettivo a cui punta il corso è quello di pervenire tramite lo studio critico dei piani comunali alle soluzioni progettuali da adottare alle esigenze di contesti urbani diversi. Ciò presuppone l’acquisizione del metodo di costruzione del piano urbanistico comunale con particolare riferimento alla Calabria, oggetto della esercitazione. In particolare :
il nuovo assetto giuridico e istituzionale determinato dal decentramento amministrativo e quindi dalle responsabilità dell azione pubblica sul territorio;
l assetto programmatico con la necessaria individuazione temporale della copertura finanziaria e la capacità di attivare meccanismi di finanziamento pubblico (europeo) e privato (finanza di progetto);
l assetto del regime dei suoli con le pratiche perequative o negoziabili;
i meccanismi di controllo della trasformazione legati alle metodologie di valutazione urbanistiche;
le innovazioni amministrative e gli strumenti urbanistici e d attuazione previsti dalle leggi nazionali e regionali in particolare dalla Lur 19/02 della Calabria.
Lezioni
La città nella storia
Analisi della formazione dello spazio urbano e del territorio nei diversi periodi storici.
Elementi fondamentali dell urbanistica medievale, rinascimentale e barocca.
Gli effetti urbani e territoriali della rivoluzione industriale e delle utopie sociali dell Ottocento, gli sviluppi e le tendenze della complessità urbanistica moderna.
Le nuove forme della città contemporanea.
Teorie, metodi e strumenti
Teorie e tecniche di progettazione urbanistica.
Dall approccio tradizionale alla nuova cultura della progettazione.
L organizzazione dello spazio urbano.
Lettura ed interpretazione di piani e progetti urbanistici alle diverse scale.
Il quadro giuridico istituzionale e della strumentazione di livello comunale
Definizione del quadro formale: livelli, soggetti e competenze, strumenti tradizionali e nuovi
Caratteristiche degli strumenti urbanistici alle diverse scale
Il PRG: contenuti, modalità relazionali, documenti di piano
I caratteri obsoleti del piano
L innovazione dei piani urbanistici
Il PSC e i nuovi contenuti della progettazione urbanistica
Tecniche e strumenti per la redazione del quadro conoscitivo
La perequazione urbanistica
Gli Standards qualitativi ed i criteri prestazionali
La compatibilità ambientale degli interventi.
Il progetto di Piano
Il Regolamento Edilizio ed Urbanistico
La Valutazione di conformità e di coerenza
I Piani di settore
Piano urbano del traffico (art. 36 Nuovo Codice della Strada);
Programma urbano dei parcheggi(L. 122/89);
Piano energetico Comunale (L. 10/1991 e successive);
Piano di gestione dei rifiuti
Strumenti di Disciplina Edilizia
Regolamento edilizio
Concessione, autorizzazione, denuncia di inizio attività, permesso di costruire.
Testi docente Albanese G., I materiali della progettazione urbanistica, Gangemi ed., 1997;
Carbonara L., Le analisi urbanistiche, Ed. NIS, Roma 1992;
Colombo, Pagano, Rossetti, Manuale di Urbanistica, ed. Pirola, Milano, 2002;
Falco L., I ” nuovi" standard urbanistici, Edizioni delle Autonomie Roma,1987;
Falco L., L’indice di edificabilità, Utet Torino, 1999;
Gabellini P., Tecniche urbanistiche, Carocci, Roma 2001;
Gasparrini c., L’attualità dell’urbanistica, Etaslibri, Milano, 1994;
Lynch K., L’immagine della città, Marsilio, Padova 1964;
Mumford L., La città nella storia, Bompiani, Milano 1997 (1961);
Oliva F., Galuzzi P., VitilloP., Progettazione urbanistica, Maggioli editori, Rimini, 2002;
Costa E., Oddi C., Passarelli D. (a cura di ), Da Tortora ad Amantea. Potenzialità d'uso economico ed ambientale dell'alto litorale tirrenico calabrese, Gangemi Editore, Roma 2001;
Passarelli D., Trasporti e politiche di piano. Verso una metodologia integrata , Gangemi Editore Roma 1999;
D. Passarelli, G.C. Mauro, Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale. Questione di Metodo ed Aspetti Operativi, Laruffa Editore, Reggio Calabria 2010.
Unwin R., La pratica della progettazione urbana, Il Saggiatore, Milano 1972;
Zaffagnini M., (a cura di); Progettare nel tessuto urbano, Alinea editrice, Firenze 1993.
Si consiglia la lettura della Voce Urbanistica in “Enciclopedia Universale dell’Arte”, Ed. Sansoni, Firenze 1966; dei numeri delle Riviste dell’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU) Urbanistica e Urbanistica Informazioni.
Altri riferimenti e materiali didattici saranno forniti durante il corso.
Erogazione tradizionale S
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale S
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto S
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere S
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Descrizione Descrizione
programma in inglese (programma) Descrizione
scheda trasparenza (programma) Descrizione

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Domenico Passarelli
ricevo dalle 15.00 alle ore 17.00 il mercoledì presso stanza del Dip.to PAU
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online non pubblicato

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1697501

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1697181/2

Tel +39 0965.1696182/3

Indirizzo e-mail

Ufficio didattica

Tel +39 0965.1697187/232

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Ufficio Ricerca

Tel +39 0965.1697530

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail

Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1697510

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Orientamento

Indirizzo e-mail

Laboratorio Multimediale

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram