Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page Home page

TESTING E SPERIMENTAZIONI PER LE NUOVE PERFORMANCES DEGLI INVOLUCRI EDILIZI

Corso Architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2019/2020
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/12
Anno Primo anno
Unità temporale
Ore aula 60
Attività formativa

Canale unico

Docente MARTINO MILARDI
Obiettivi Il corso intende contribuire al dibattito sul ruolo delle infrastrutture di ricerca nelle dinamiche che in questo momento investono l’industria delle costruzioni, richiedendo a questa continue revisioni e spinte innovative. Si tratta di una esperienza in progress, con il supporto di un Laboratorio di Testing, in particolare la sezione TCLab del BFL che concentra le attività su prove e sperimentazioni sull’involucro edilizio, attraverso la realizzazione di prototipi in scala.
L’obiettivo generale è contribuire alla formazione di una cultura innovata, in grado di rispondere alle sfide indicate dallo scenario dove si registra la necessità di sviluppare involucri innovativi dalle risposte prestazionali connesse alle variabili contestuali. In quest’ottica il ruolo dei centri di ricerca che svolgono attività di Testing assumono particolare rilevanza, per cui l’approccio basato su misurazioni in regime “simulato” sembra risultare strategico per gli attori del settore edilizio.
Le attuali normative sull’insieme di requisiti da soddisfare da parte degli involucri edilizi, nonché le nuove esigenze abitative riguardo le aspettative di comfort, non sembrano più essere soltanto legate alla richiesta di efficienza energetica o alla durata nel tempo, ma a nuovi ventagli prestazionali da offrire e che riguardano sistemi tecnici sempre più rivolti a logiche di integrazione complessa. Tale complessità è altresì da mettere in relazione con le necessità di un controllo “misurabile”, in ragione degli scambi di flusso tra ambienti differenti come, appunto, quello che si determina mediante gli strati funzionali dell’involucro tra l’edificio e il suo contesto. Tale quadro, indica che all’aumentare della complessità dei portati dell’involucro, ci sia la necessità di aumentare il ventaglio dei criteri di indagini prestazionali che ne sottendono sia progettazione sia funzionamento in uso. Criteri che spostano sempre più l’asse verso sistemi di valutazione da allineare ai contenuti innovativi e alle complessità dell’oggetto da testare e che, quindi, esigono un paritario livello innovativo. Gli obiettivi intendono rispondere alle sfide indicate da molti versanti del dibattito contemporaneo dove si registra una sempre più ampia necessità di sviluppare involucri edilizi innovativi, la cui però risposta prestazionale è in modo innegabile legata alle variabili connesse alle condizioni ambientali con cui si relazionano.
Il corso intende essere un'esperienza di conoscenza sperimentale legata alla valutazione delle performances degli involucri edilizi, attraverso strumentazioni avanzate. progettazione tecnologica, costruita sull'assunto che questo iter concettuale-operativo non può basarsi sulla concezione "autonoma e separata" del progetto. Un'esperienza utile alla comprensione dei cicli edilizi e di come la responsabilità tecnologica intervenga nel processo di progettazione. Obiettivo specifico del corso è fare acquisire la conoscenza del ruolo sociale del progettista e dei rapporti che si instaurano nella costruzione dell'architettura, tra forma e contenuti, tra fini ambientali e sociali, tra uso dei materiali e loro prestazioni, tra logica degli spazi, logica delle funzioni, ragioni strutturali, conformità ecologiche ed efficienza energetica, determinando un approccio rivolto principalmente a requisiti flessibilità, adattabilità, velocità e facilità di approntamento, contemporaneità di prova per azioni di benchmarking, rigore strumentale di supporto alle alee sperimentali.
Programma Con riferimento agli obiettivi del Corso, l’attività didattica viene strutturata in lezioni frontali, attività seminariale, tematiche basate, quindi, sulle cognizioni teoriche e tecniche che riguardano:
- Edifici e contesto in regime di climate change. Fenomeni ed effetti dei flussi energetico-materici;
- Adattività e Dynamic cycle. Dagli smart envelope alla biomimicry;
- Il progetto tecnologico degli involucri contemporanei;
- Ciclogrammi e macchine per il Testing avanzato degli involucri;
- Innovazione, Sperimentazione e Customizing per gli involucri del futuro.
Lo scenario del settore delle costruzioni degli ultimi anni è stato caratterizzato da pressanti richieste di “nuove” qualità, coinvolgendo in modo sostanziale il settore edilizio e quello delle performance degli involucri edilizi. Tale attenzione da un lato vede numerose aziende che specializzandosi nella produzione di
componenti ad alte prestazioni riescono a entrare nel mercato internazionale potendo fornire prodotti altamente innovativi; dall’altro si registrano nuove sperimentazioni tese a dimostrare la possibilità di dotare gli edifici di sistemi che offrono “dinamismi” utili alla gestione dei flussi, alla stregua di un organismo vivente.

Le attività operative saranno svolte all’interno del laboratorio, dove l’imponente dotazione di attrezzature e strumentazioni a disposizione spinge il trasferimento tecnologico sulle seguenti tematiche:
valutazioni sperimentali del comportamento a sistema di materiali innovativi o tradizionali;
sperimentazioni in laboratorio ed in condizioni d’opera su soluzioni tecnologiche evolute;
nuove metodologie e strumenti per la valutazione prestazionale dei componenti, dei sistemi e delle opere da costruzione;
valutazione e miglioramento della fruizione, della sicurezza e della qualità dell’ambiente costruito.
Testi docente • Flamant, G., Loncour, X. & Wouters, P. (2002). Performance Assessment Of Active Facades In Outdoor Test Cells. Proceedings of The 23rd AIVC and Epic 2002 Conference Energy efficient and healthy buildings in sustainable cities, October 2002, pp. 23-26. Lyon, France.
• Walker, B., Holling, C. S., Carpenter, S., & Kinzig, A. (2004). Resilience, adaptability and transformability in social–ecological systems in Ecology and society, 9(2).
• Strachan, P. A. & Baker, P. H. (2008). Outdoor Testing, Analysis and Modelling of Building Components. Building and Environment. Vol. 43, Issue 2, pp.127-236.
• Colucci A. (2012). Le città resilienti: approcci e strategie. Jean Monnet Centre of Pavia, Università degli Studi di Pavia, Pavia.
• Mazzoleni, I. (2013). Architecture Follows Nature-Biomimetic Principles for Innovative Design. New York, NY: CRC Press.
• Modin, H. (2014). Adaptive building envelopes. (Master of Science Thesis in the Master’s Programme Architecture and Engineering. Department of Civil and Environmental Engineering Division of Building Technology - Chalmers University Of Technology - Göteborg, Sweden).
• Lauria, M. & Trombetta, C. (2016). Building Future Lab. Ricerca sperimentale per la Sostenibilità nel Settore delle Costruzioni. Maggioli Editore.
• Antonini, E., & Tucci, F. (2017). Architettura, città e territorio verso la green economy: la costruzione di un manifesto della green economy per l'architettura e la città del futuro. Edizioni Ambiente.
• Conato, F., Frighi, V. (2018). Il ruolo dell’innovazione nella definizione di nuovi paradigmi formali in architettura. Techne Journal of Technology for Architecture and Environment. Volume 16. pp. 105-112.
• Lucarelli, M. T., Mussinelli, E., & Daglio, L. (2018). Progettare Resiliente. Maggioli Editore.
• Milardi, M. (2018). Adaptive Models for the Energy Efficiency of Building Envelopes. Journal of Technology Innovations in Renewable Energy. N. 6, pp. 108-117. Mississauga: Lifescience Global (CAN). ISSN: 1929-6002.
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Martino Milardi
Il giorno di ricevimento è ogni Lunedì dalle ore 14, presso lo spazio antistante l'Aula A2 della Facoltà di Architettura.
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Codice insegnamento online pubblicato. Per visualizzarlo, autenticarsi in area riservata.

Cerca nel sito

 

Posta Elettronica Certificata

Direzione

Tel +39 0965.1697501

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Biblioteca

Tel +39 0965.1697181/2

Tel +39 0965.1696182/3

Indirizzo e-mail

Ufficio didattica

Tel +39 0965.1697520

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Ufficio Ricerca

Tel +39 0965.1697530

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail

Segreteria amministrativa

Tel +39 0965.1697510

Fax +39 0965.1697550

Indirizzo e-mail


Orientamento

Indirizzo e-mail

Laboratorio Multimediale

Indirizzo e-mail

Social

Facebook

Twitter

YouTube

Instagram